Negroni #aperitivoamilano.info
Negroni #aperitivoamilano.info

Il Negroni è il cocktail italiano più famoso nel mondo e la sua storia è bizzarra almeno quanto il suo inventore: il conte toscano Camillo Negroni. Vi raccontiamo come è nato e come si prepara. Ma prima 2 numeri su questo pre-dinner molto amato negli aperitivi e in discoteca. Drinks International ha pubblicato a fine Gennaio 2018 “The World’s Best-Selling Classic Cocktails 2018” l’elenco dei cocktail più venduti in giro per il mondo. Il Negroni si è classificato secondo per il quarto anno consecutivo.
Il 16% dei bar ha detto che era il cocktail classico numero uno mentre il 45% dei bar lo ha servito tra i primi 3 indiscussi.

STORIA:
Fu ideato a Firenze nei primi anni 20 dal conte Camillo Negroni. In quel periodo il conte al ritorno da un viaggo a Londra andò nel suo bar di fiducia, l’aristocratico Caffè Casoni (poi divenuto Caffè Giacosa) in Via de’ Tornabuoni a Firenze e per variare dal suo abituale aperitivo Americano, chiese al barman di aggiungere un po’ di gin in sostituzione del seltz, in onore degli ultimi viaggi londinesi e anche perchè amava bere forte. Il “solito” come lo amava chiamare il conte divenne noto come l'”Americano alla moda del conte Negroni”, ovvero un Americano con un’aggiunta di gin, e in seguito prese il nome del conte stesso. Il resto è leggenda.
Se amate le curiosità e la storia non potete perdervi la vera storia del Negroni di Alessandro Ricci a cui noi di Aperitivo a Milano abbiamo preso spunto per questo articolo.

INGREDIENTI
1/3 di bitter Campari, 1/3 di gin, 1/3 di vermouth rosso.
6 cubetti di ghiaccio
1 fetta di arancia

Pochi, semplici ingredienti per una miscela profumata, classica e magica dove il gusto amaro del bitter si fonde alla perfezione con l’aromaticità pungente del gin

In mancanza di Aperol, possiamo sostituirlo con Campari, Select, il China Martini o Cynar (liquore di carciofo).

CURIOSITA
1/3 sarebbe 6 cl
Secondo Iba (L’International Bartenders Association è un’organizzazione di barman riconosciuta a livello mondiale) il bicchiere ideale è l’old fashioned.

Se preferite un cocktail un po’ più leggero e meno secco, potete scegliere il Negroni sbagliato, una variante italiana del cocktail Negroni inventato a Milano (al Bar Basso), che al posto del Gin prevede il prosecco. Più sotto troverete la ricetta.

ISTRUZIONI
Preparatelo direttamente nel bicchiere contenente del ghiaccio e versando in sequenza prima il Campari, uno splash di gin e infine il vermouth. Guarnite con uno spicchio d’arancia

“Ian Fleming, l’ideatore di James Bond, in un suo racconto (Risiko del 1960) ordina un Negroni. Servito rigorosamente con il gin Gordon’s”

 

Ti piacciono i cocktail? Dai un occhiata agli altri cocktail consigliati da noi